FRP. Consulenza, Formazione, Innovazione

La valutazione dei fabbisogni formativi (1/3)

Formazione Fabbisogni Aula1 300x225

La valutazione dei fabbisogni formativi – prima parte

La prima cosa che sentiamo di dover fare per trattare il tema della valutazione dei fabbisogni formativi delle risorse umane è di dare una definizione affinché serva come punto di riferimento per il resto dell’articolo.

Il compito non è facile perché il fabbisogno formativo non è un punto di arrivo: sta nel mezzo, tra l’analisi delle competenze espresse da una risorsa umana all’interno di una organizzazione e un piano di formazione e sviluppo.

Attraverso la valutazione delle risorse umane, si mettono in evidenza i gap di competenza che si possono  colmare attraverso attività specifiche che possonocomprendere la formazione.

Sintetizzato al massimo, il processo guida è il seguente:

VALUTAZIONE RISORSE –> GAP DI COMPETENZA –> PIANO DI ATTIVITA’ –>  FABBISOGNO FORMATIVO –> PIANO DI FORMAZIONE –> ATTUAZIONE DEL PIANO –> VALUTAZIONE RISORSE (MISURA DI EFFICACIA)

Un altro aspetto da mettere in luce è che il fabbisogno di formazione non è un dato assoluto, ma relativo.

Nella mia condizione professionale di oggi posso avere bisogno di colmare alcune mie lacune con attività formative, ma se dovessi diventare il direttore responsabile delle vendite di una grande catena di distribuzione sicuramente il mio fabbisogno formativo cambierebbe di molto.

Nella valutazione del fabbisogno formativo, é perciò necessario considerare almeno la relazione tra la situazione attuale e il contesto futuro.

E poi, si parla solo di formazione oppure anche di altre attività, quali ad esempio, l’affiancamento, l’apprendistato, la realizzazione di un progetto pilota o altro?

Infatti, non bisogna mai dimenticare che il fine ultimo è sempre il cambiamento; la formazione è solo uno dei possibili strumenti per ottenerlo.

Al termine di tutte queste considerazioni organizzative più o meno elaborate, il risultato finale è sempre un elenco di attività formative (di solito si tratta di corsi di formazione) che si richiede di fare per sé o per le risorse umane di una organizzazione.

Nei prossimi post vedremo un procedimento (semplice) per elaborare una relazione di analisi del fabbisogno formativo e una scheda di rilevazione.

Per chi desidera maggiori approfondimenti sull’analisi dei fabbisogni formativi attraverso un software di gestione delle risorse umane può seguire questo collegamento al sito di EBC Consulting per l’integrazione del modello di gestione della formazione e il software H1 Hrms

Articolo di Fabio Rossi, FR PROJECTS per gli argomenti di: formazione, consulenza,  gestione risorse umane, fabbisogni formativi, piano della formazione, rilevamento fabbisogni della formazione, formazione di ruolo, formazione professionale, formazione comportamentale, formazione di base, formazione delle risorse umane, organizzazione risorse umane, consulenza organizzativa, processi aziendali, processi di gestione della formazione, processi di gestione delle risorse umane

Articoli correlati: La valutazione dei fabbisogni formativi orientata ai risultati

NOTA. Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Su questo sito web utilizziamo i cookie, per consentirti di utilizzare al meglio i servizi del nostro sito. Se continui a navigare nel sito, significa che acconsenti all’utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo

Vendi24 700x150