FRP. Consulenza, Formazione, Innovazione

Aforismi aziendali sull’arte del fare impresa

Frasi scelte dal libro: “Vincere che impresa!”

Aforismi  Leadership 200x300

Questi aforismi sono tratti dal libro: VINCERE; CHE IMPRESA! Gestire l’azienda con l’arte della guerra – FOSCHI editore dell’amico e collega Andrea Dalle Donne.

In un mio recente post, ho pubblicato una recensione del libro.

Ho raccolto in questo articolo alcune delle frasi che maggiormente mi hanno colpito. Tra i motivi per cui sono rimasto particolarmente impressionato vi è la straordinaria attualità e validità anche nei giorni nostri e nel normale contesto delle imprese.

 

 

Più leggo queste riflessioni e più mi convinco che è possibile praticare un’efficace e rapida auto formazione con gli aforismi attraverso la lettura sistematica di pensieri e frasi famose.

Capitolo I – L’arte della strategia

Gli strateghi vittoriosi hanno già trionfato, prima ancora di dare battaglia; i perdenti hanno già dato battaglia, prima ancora di cercare la vittoria.

Sun-tzu, L’arte della guerra

Carattere distintivo del genio militare è il saper trasformare, attraverso un’implacabile tenacia, la vittoria tattica sul campo di battaglia in vittoria decisiva per le sorti della guerra nel suo insieme.

Che Guevara, La guerra di guerriglia

 Non ho mai rivolto a Dio altro che una preghiera, molto breve: “Dio rendi ridicoli i miei nemici”. E Dio l’ha esaudita

Voltaire, Lettera a Damile Ville

Il nemico è un buon professore, ma le sue lezioni costano caro.

Magnin, Comment finit la guerre 

In guerra si prendono le decisioni in pesenza del nemico. Un buon capo è sempre davanti e vede con i suoi occhi.

Napoleone, Corrispondenze 

Capitolo II – L’arte del comando

Questa è la sorte dei re e dei generali: essere biasimati per quello che fanno e per quello che non fanno.

Voltaire, Il secolo di Luigi XIV 

Il compito del leader è di portare le persone da dove sono a dove non sono mai state.

Kissinger 

Il generale ha successo quando i suoi uomini lo giudicano giusto e fermo.

Maurizio, Strategikon 

Se un sultano fa tagliare teste a capriccio rischia di perdere la propria. L’eccesso si sposta sempre da una parte all’altra.

Napoleone, Corrispondenza 

Non si può guidare un popolo se non gli si mostra un avvenire. Un capo è un venditore di speranze.

Napoleone, Corrispondenza 

Capitolo III – L’arte dell’organizzazione

Il procedimento finanziario più rovinoso è sempre quello di non spendere a tempo tutto ciò che è necessario per vincere.

Barone, 1866 in Boemia 

Comandare non vuol dire già pensare da soli; ma , coordinando il pensiero di tutti, scegliere la via giusta e in questa direzione mettere in moto la grande macchina.

Grazioli, La battaglia di Rivoli 

Non l’oro il nervo della guerra, ma i buoni soldati: perchè l’oro non è sufficiente a  trovare i buoni soldati, ma i buoni soldati sono bene sufficienti a trovare l’oro.

Macchiavelli, Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio 

Se il generale conosce il carattere e le inclinazioni di tutti i suoi ufficiali e soldati, saprà meglio quali compiti assegnare ad ognuno.

Maurizio, Strategikon 

Alla base della cooperazione, sia nei grandi eserciti di centomila persone sia in una squadra di combattenti, c’è la solidarietà. Che cosa richiede la solidarietà? Concentrazione degli sforzi di vari combattenti in un obiettivo comune, determinato dal superiore, dal capo della squadra.

Che Guevara, La guerra di guerriglia 

Capitolo IV – L’arte della comunicazione

Lunga è la strada che passa per i precetti, breve ed efficace quella attraverso gli esempi.

Seneca, Epistola a Lucilio 

Chi dà un ordine deve essere ben certo della possibilità e del modo come potrà essere eseguito.

von Moltke, Istruzioni per i Grandi Comandi 

Colui che sarà nella guerra più vigilante ad osservare i disegni del nemico e più durerà fatica ad esercitare il suo esercito, in minori pericoli incorrerà e potrà sperare della vittoria.

Macchiavelli, L’arte della guerra 

Lo spartano Leonida quando seppe che i Persiani avrebbero oscurato il cielo con le loro frecce, disse: “Bene, così combatteremo all’ombra”.

Frontino, Gli stratagemmi 

Un ordine si fa presto a darlo; bisogna pensare alla fatica che richiede l’esecuzione.

Si devono evitare i contrordini, perchè il soldato, se non li vede consigliati da gravi ragioni di utilità, si disanima e più non ha fiducia nei suoi superiori.

Napoleone, Corrispondenza

NOTA. Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Su questo sito web utilizziamo i cookie, per consentirti di utilizzare al meglio i servizi del nostro sito. Se continui a navigare nel sito, significa che acconsenti all’utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo

Vendi24 700x150